Attività passate e presenti

Fin dall’inizio delle nostre attività nel 1996, con il progetto “Linguaggi e Attività Produttive”, abbiamo sempre promosso la cooperazione con il mercato del lavoro. Abbiamo stabilito accordi e collaborazioni con agenzie di traduzione, associazioni, enti pubblici e aziende di tutta Italia, e dell’Emilia Romagna in particolare, in particolare grazie alla stretta collaborazione con la Camera di Commercio della Romagna.

Agli inizi, il LabTerm era situato in una piccola stanza con meno di dieci computer. Oggi disponiamo di un’aula con 35 postazioni, più un laboratorio informatico con 12 postazioni ad accesso libero. Nonostante questo, la nostra filosofia non è cambiata. Organizziamo regolarmente iniziative rivolte a professionisti del mondo della traduzione e dell’interpretazione, e, grazie al nuovo programma Language Toolkit, i nostri studenti hanno l’opportunità di svolgere tirocini mirati alla realizzazione della tesi di laurea magistrale, fornendo allo stesso tempo servizi linguistici alle aziende locali.

Tra formazione e ricerca

Le attività del Laboratorio di Terminologia sono strettamente collegate a quelle del centro dipartimentale CoLiTec. Se quest’ultimo si configura come aggregatore di attività di ricerca e divulgazione scientifica, il LabTerm costituisce la componente più espressamente incentrata sulle attività di formazione e collegamento con il mondo del lavoro.

Sia il LabTerm che il centro CoLiTec sono stati creati per capitalizzare e sfruttare l’esperienza acquisita negli ultimi due decenni presso il Dipartimento DIT (ex SITLeC) e la Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione dell’Università di Bologna, sede di Forlì (ex SSLMIT).

Fin dalla prima metà degli anni ’90 l’attività scientifica e didattica dei membri del centro CoLiTec/LabTerm si è incentrata sui temi correlati alla linguistica dei corpora e alle tecnologie per la traduzione specializzata e audiovisiva, per l’interpretazione e per la terminologia.

Per quanto riguarda la linguistica dei corpora, il Dipartimento DIT ha organizzato numerosi eventi internazionali che hanno contribuito a consolidare la sua posizione come centro di attrazione per gli studiosi di questa disciplina provenienti da tutta Europa e oltre. Tra le conferenze, meritano una particolare menzione le prime due edizioni di CULT (“Corpus Use and Learning to Translate”) nel 1997 e nel 2000, l’edizione del 2002 di TALC (“Teaching And Language Corpora”), e, in anni più recenti, la sesta edizione di UCCTS (“Using Corpora in Contrastive and Translation studies”). Ogni anno i membri del centro CoLiTec organizzano poi una serie di seminari su temi legati ai corpora che attraggono esperti nazionali ed internazionali.

Il Dipartimento è anche noto a livello internazionale per la creazione e la condivisione di corpora e strumenti considerati come punti di riferimento nella disciplina. Tra questi i corpora di interpretazione e traduzione EPIC e EPTIC, il corpus per il doppiaggio Forlixt, i corpora di riferimento creati dal web sviluppati nell’ambito del progetto WaCky e il software per la creazione semi-automatica di corpora dal web BootCaT.

Il Laboratorio di Terminologia contribuisce alla ricerca del Dipartimento con studi nel campo della terminologia, dei linguaggi controllati e dei linguaggi specialistici (LSP), della traduzione assistita e della traduzione automatica (CAT e TA). Tra le pubblicazioni dei suoi membri su questi temi, si citano due manuali introduttivi sulla traduzione assistita e sulla traduzione automatica, e il volume Terminologia a colori, con contributi sulla terminologia in diversi domini specialistici.

Il Laboratorio organizza inoltre la serie di convegni di grande successo TeTra – Tecnologie per la Traduzione, giunta alla sua quinta edizione nel 2019 (dopo le edizioni del 200920122014 e 2016), che negli anni ha riunito oltre 700 partecipanti.